Accordo tra Trento e Roma

Dopo la firma, l'8 novembre scorso a Milano in occasione della Conferenza nazionale sulla famiglia, tra il presidente della Provincia Autonoma di Trento Lorenzo Dellai e il sottosegretario Carlo Giovanardi di un protocollo d'intesa, la Giunta provinciale ha approvato, su proposta dello stesso Dellai e dell'assessore alle politiche sociali Ugo Rossi, l'Accordo di collaborazione tra Provincia autonoma di Trento, Progetto speciale per il Coordinamento delle politiche familiari e il Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri per il trasferimento a livello nazionale dello standard di processo "Family Audit". Il modello di alleanze territoriali dei Distretti Famiglia e l'esperienza che il Trentino sta portando avanti in materia di conciliazione famiglia/lavoro è considerato dal Dipartimento nazionale della famiglia un interessante strumento per la diffusione della cultura della conciliazione tra vita familiare e vita lavorativa all'interno dei luoghi di lavoro. Diverse e già a regime sono le esperienze maturate in Trentino su questo tema, ed è a queste "buone pratiche" che il governo nazionale intende guardare. "Siamo stati particolarmente colpiti da questa esperienza del Trentino - affermò Giovanardi a Milano in occasione della firma del protocollo. Con questo accordo potremo utilizzare questa bella pratica ed estenderla al resto del territorio nazionale". "L'approccio - spiegò nella stessa occasione Dellai - è quello che punta alla concretezza. Sui temi della famiglia si fa spesso tanta retorica e demagogia, mentre la famiglia ha bisogno di un approccio non a spot. Siamo lieti che questa intesa con il governo ci consenta di mettere a disposizione delle altre regioni questa esperienza ma sono convinto che consentirà anche a noi di acquisire altre buone esperienze. Speriamo che questo accordo sia un segno che dia il senso di una ripresa di interesse da parte delle istituzioni e della società civile nei confronti della famiglia".

Comunicato stampa PAT nr. 4429 del 23/12/2010