Distretto famiglia della città di Trento

Il 4 giugno scorso è stato firmato un Protocollo di intesa tra amministratori del Comune di Trento e alcune organizzazioni culturali e sociali cittadine avviando così la nascita di un Distretto della famiglia che interessa la città di Trento.

Il Distretto famiglia è una forma di organizzazione con un circuito economico e culturale, a base locale, all'interno della quale attori diversi per ambiti di attività e finalità operano con l'obiettivo di promuovere e valorizzare la famiglia, ed in particolare la famiglia con figli, con l’obiettivo comune di accrescere sul territorio il benessere famigliare.

Con l’intento, dunque, di migliorare anche i servizi di conciliazione famiglia-lavoro e incrementare l’occupazione femminile nonché sperimentare nuovi modelli organizzativi a sostegno delle famiglie è stato sottoscritto un Protocollo d’intesa tra esponenti del Comune di Trento - il sindaco Alessandro Andreatta e l’assessora alle Pari opportunità e Politiche sociali Mariachiara Franzoia - e rappresentanti della Fondazione Bruno Kessler, della Cooperativa sociale Kaleidoskopio, della Famiglia Cooperativa di Povo e della Casa di riposo Asps Margherita Grazioli.

Il progetto dai risvolti economico-sociali mira a perfezionare le iniziative a favore della famiglia attraverso l’introduzione di attività orientate a promuovere il benessere dei dipendenti con ricadute benefiche sui nuclei famigliari. Da notare che le organizzazioni coinvolte nel progetto e in rete tra loro sono tutte certificate Family Audit.