Per qualità gli asili nido trentini sono al 2° posto in Italia

Il Trentino si trova in classifica al secondo posto dietro l’Emilia-Romagna, per la diffusione degli asili nido in termini di numerosità degli utenti pari al 23,3% dei bambini tra 0 e 2 anni (a livello nazionale è l’11%). La percentuale di Comuni, che offrono il servizio di asilo nido sia sotto forma di strutture o di trasferimenti alle famiglie per la fruizione di servizi privati, è passata dal 32,8% del 2003/2004 al 48,1% del 2011/2012. Il numero dei bambini tra zero e due anni che vivono in uno di questi Comuni è invece passato dal 67% del 2003/2004 al 77,7% del 2011/2012.I servizi socio-educativi per la prima infanzia rappresentano, dunque, una componente importante dell’offerta pubblica di welfare in Trentino.

Il Family Audit nella sua opera di promozione della conciliazione famiglia-lavoro invita le organizzazioni che richiedono certificazione, ove si riscontra la necessità, a realizzare asili nido aziendali o a farsi promotrici per l’attivazione di tali servizi sul territorio. In questo modo contribuisce ad allargare l’offerta di un servizio che aiuta i lavoratori e le proprie famiglie nei carichi di cura.