Newsletter n.9 Aprile 2012

"Il papà a casa"

L’Agenzia del lavoro della Provincia Autonoma di Trento concede un contributo economico ai padri che chiedono il congedo parentale in alternativa alla madre lavoratrice.

Ai padri con figli minori di 8 anni e lavoratori dipendenti (contratto di diritto privato) di un’organizzazione avente sede in provincia di Trento viene riconosciuto un sostegno economico pari al 30% dell’ultima retribuzione (prendendo a riferimento le voci fisse) prima dell’avvio del congedo parentale ed entro il massimale di 900 euro per un periodo massimo di 4 mesi.

Il sostegno economico è aumentato al 40% se il congedo è richiesto dal settimo all'undicesimo mese.

Il congedo deve essere pari ad almeno 30 giorni di calendario continuativi. Non si concedono contributi per frazioni di mese.

Il contributo va richiesto all’Agenzia del lavoro entro 60 giorni dall’inizio della fruizione del congedo compilando il modulo di domanda e consegnando una copia dell’ultima busta paga percepita prima dell’inizio della fruizione del congedo.

 

Per informazioni:
0461/496004 o 0461/496036
Ufficio Osservatorio dell’Agenzia del lavoro della Provincia Autonoma di Trento
Via Guardini, 75
38121 Trento


Ricerca benessere aziendale con il Family Audit

Rilevare l’impatto che le misure di conciliazione vita e lavoro introdotte e/o potenziate con lo standard Family Audit hanno prodotto sulla vita professionale dei dipendenti e sulla loro vita privata e familiare è l’obiettivo della ricerca dell’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili, progettata con il supporto di un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Sociologia dell’Università degli Studi di Bologna.

La ricerca, unica nel panorama nazionale, vedrà nel mese di maggio il coinvolgimento di circa 2.500 lavoratori (e dei loro rispettivi partner conviventi, se presenti) appartenenti alle 18 organizzazioni che hanno aderito alla sperimentazione provinciale del Family Audit (2009 - 2012).

 

Locandina


"Lo sport per tutti" in Vallagarina

"Lo sport per tutti" è un progetto che nasce da un accordo tra l’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili della Provincia Autonoma di Trento e l'Agenzia per la promozione dello sport della Vallagarina .

"Lo sport per tutti" intende offrire alle famiglie – anche a quelle numerose con tre o più figli come prevede la legge provinciale 1/2011 sul benessere familiare - la possibilità di inserire i figli presso le associazioni sportive del territorio della Vallagarina a condizioni agevolate. In particolare, su un contributo massimo pari a 250 euro, sarà previsto l'abbattimento totale del costo di iscrizione per le famiglie con reddito di garanzia, mentre per le famiglie numerose l'abbattimento sarà del 50%.

 

Per approfondimenti: Trentinofamiglia

TORNA ALL'ARCHIVIO