Accordo di collaborazione tra la Provincia autonoma di Trento e il Comune di Cremona in tema di certificazione Family Audit.

Il tema della conciliazione tra tempi di lavoro e tempi di cura della famiglia rappresenta una delle priorità su cui l’Unione Europea, già dal 2000, ha invitato gli Stati membri ad intervenire al fine di sostenere la strategia comune per la piena occupazione, attraverso la rimozione delle barriere che ostacolano, in particolare, l’occupazione femminile.
La legge della Provincia Autonoma di Trento 2 marzo 2011, n. 1 “Sistema integrato delle politiche strutturali per la promozione del benessere familiare e della natalità” promuove la formazione sulle politiche familiari strutturali orientate al benessere e alla natalità e favorisce, dove richiesto, il trasferimento in altri territori delle competenze relative alle politiche familiari implementate a livello locale.
Il “Family Audit”, marchio di proprietà della Provincia autonoma di Trento, costituisce uno strumento di management per la certificazione, su base volontaria, dei percorsi programmati ed attuati dalle organizzazioni pubbliche e private per andare incontro alle esigenze di conciliazione dei propri dipendenti.
Il Comune di Cremona, d’altro canto, dal 2011 è partner e soggetto attivo della Rete territoriale per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, di cui è capofila ATS della Val Padana ed ha aderito all’Accordo per la valorizzazione delle politiche territoriali di conciliazione famiglia-lavoro e delle reti di imprese nella Provincia di Cremona – Biennio 2014-2015. È, poi, capofila nell’ambito del Piano territoriale per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, sottoscritta nel 2014 con partner pubblici e privati del territorio per l’attuazione del progetto “Tempomat”.
Il Comune di Cremona, inoltre, partecipa dal 2012 alla sperimentazione nazionale del percorso Family Audit certificato dalla Provincia autonoma di Trento.
Con l’Accordo da poco sottoscritto il Comune di Cremona e la Provincia, grazie allo scambio delle buone pratiche sviluppate da ciascuno nell’ambito delle politiche di benessere aziendale, intendono collaborare per nuovi sviluppi e diffusione di politiche innovative ed operare in sinergia al fine di rafforzare la sensibilizzazione del territorio sui temi della conciliazione vita–lavoro e diffondere la conoscenza della certificazione familiare aziendale Family Audit.